// NEWS

I DURC rimangono validi fino al 29 ottobre 2020

Validità DURC fino al 29 ottobre 2020

La proroga dello stato di emergenza non produce effetti sulla proroga del periodo di validità di tali documenti

La validità dei DURC on Line in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020 risulta prorogata fino al 29 ottobre 2020, e non fino al 13 gennaio 2021.

Questo è quanto chiarito con la nota pubblicata nella giornata di ieri dall’INAIL. La proroga dello stato di emergenza dal 31 luglio al 15 ottobre 2020 aveva infatti generato alcuni dubbi circa la validità dei DURC. Anche la stessa Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, con un approfondimento pubblicato ieri, aveva chiesto un chiarimento in merito alla possibilità che i DURC potessero fruire della proroga dello stato di emergenza e pertanto conservare la loro validità per i 90 giorni successivi al 15 ottobre 2020 (quindi fino a gennaio 2021).

Si ricorda che, con il DL “Rilancio”, tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, compresi i termini di inizio e di ultimazione dei lavori, in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020, conservano la loro validità per i 90 giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza.

Sul punto pochi giorni fa è intervenuto l’INPS con alcuni chiarimenti in merito alla modifica del periodo di validità del DURC.

Tuttavia, nel provvedimento, l’Istituto non ha tenuto conto della proroga dello stato di emergenza dal 31 luglio al 15 ottobre 2020, operata con delibera del Consiglio dei Ministri del 29 luglio 2020 (pubblicata nella Gazzetta ufficiale 30 luglio 2020 n. 190). Pertanto, stando a quanto riportato nel messaggio n. 2998/2020, la validità dei DURC on Line, in scadenza dal 31 gennaio 2020 al 31 luglio 2020, risulta estesa fino al 29 ottobre 2020 (90 giorni dal 31 luglio 2020).

Nella stessa Gazzetta ufficiale è stato poi pubblicato il DL 83/2020, riguardante misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da COVID-19. L’art. 1 comma 4 del suddetto decreto stabilisce che “i termini previsti da disposizioni legislative diverse da quelle individuate nell’allegato 1 (G.U. 30-07-2020 n. 190), connessi o correlati alla cessazione dello stato di emergenza dichiarato con delibera del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020, non sono modificati a seguito della proroga del predetto stato di emergenza, deliberata dal Consiglio dei ministri il 29 luglio 2020, e la loro scadenza resta riferita al 31 luglio 2020“.

L’INAIL precisa che la proroga dello stato di emergenza non produce effetti sulla proroga del periodo di validità dei DURC.

Di conseguenza, come accennato in premessa, i Durc on Line che riportano una data di scadenza compresa tra il 31 gennaio e il 31 luglio 2020 rimangono validi fino al 29 ottobre 2020 (90 giorni dal 31 luglio 2020). I soggetti per i quali è stato già prodotto un Durc on Line con data fine validità compresa tra il 31 gennaio e il 31 luglio 2020, ovvero i richiedenti ai quali sia stata comunicata la formazione del medesimo Durc on Line, devono ritenere valido lo stesso documento fino al 29 ottobre 2020 nell’ambito dei procedimenti in cui è richiesto il possesso del DURC, senza procedere a una nuova interrogazione.

Esaminate dall’INAIL anche le novità in materia del DL Semplificazioni

Con la nota di ieri, l’INAIL riprende le altre novità in materia di DURC, previste, in questo caso, dal DL 76/2020 (DL “Semplificazioni”). In particolare, l’art. 8 comma 10 determina l’obbligo, in capo alle stazioni appaltanti/amministrazioni procedenti, nell’ambito delle fasi del procedimento preordinate alla selezione del contraente o alla stipulazione del contratto relativamente a lavori, servizi o forniture previsti o in qualunque modo disciplinanti dallo stesso DL 76/2020, di effettuare la richiesta di verifica della regolarità contributiva secondo le ordinarie modalità di cui al DM 30 gennaio 2015.

Ciò riconduce in capo alle stazioni appaltanti/amministrazioni procedenti la valutazione in ordine alla possibilità di utilizzare o meno il Durc on Line in scadenza tra il 31 gennaio e il 31 luglio 2020 con validità prorogata fino al 29 ottobre 2020, in relazione alle specifiche finalità per le quali è richiesta la verifica della regolarità contributiva. Per quanto riguarda le implementazioni procedurali, l’INAIL riconferma quanto già comunicato dall’INPS con il messaggio n. 2998/2020.

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner acconsenti al loro impiego in conformita' alla Cookies policy