// NEWS

Bonus edicole fino a 500 euro

Bonus edicole pari a 500 euro

Bonus edicole termini presentazione domande dal 1° al 30 ottobre 2020

L’importo massimo è pari a 500 euro, nei limiti delle risorse disponibili

Per il bonus edicole previsto nel DL “Rilancio” le domande devono essere presentate dal 1° al 30 ottobre 2020. Il DPCM 3 agosto 2020, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 240 di ieri, ha stabilito le modalità, i contenuti, la documentazione richiesta e i termini per la presentazione della domanda per l’accesso al beneficio.

L’art. 189 del DL 34/2020 convertito ha riconosciuto un contributo una tantum fino a 500 euro alle persone fisiche esercenti punti vendita esclusivi per la rivendita di giornali e riviste, non titolari di redditi da lavoro dipendente o pensione, a titolo di sostegno economico per gli oneri straordinari sostenuti per lo svolgimento dell’attività durante l’emergenza sanitaria connessa alla diffusione del COVID-19, nel limite di spesa di 7 milioni di euro per l’anno 2020.

In particolare, il contributo è riconosciuto alle persone fisiche, non titolari di redditi da lavoro dipendente o redditi da pensione, che esercitano, in forma di impresa individuale ovvero quale socio titolare dell’attività nell’ambito della società di persone, attività di rivendita esclusiva di giornali e riviste, con indicazione nel Registro delle imprese del codice di classificazione ATECO 47.62.10 quale codice di attività primario e sede legale in uno Stato dell’Unione europea o nello Spazio economico europeo.

I soggetti che intendono accedere al contributo devono presentare apposita domanda al Dipartimento per l’informazione e l’editoria tra il 1° ed il 30 ottobre 2020. Le domande possono essere presentate dal titolare o legale rappresentante dell’impresa esclusivamente per via telematica, attraverso un’apposita procedura disponibile nell’area riservata del portale impresainungiorno.gov.it, accessibile, previa autenticazione via SPID o CNS.

Il contributo è riconosciuto nel limite massimo di 500 euro a ciascuno dei soggetti ammessi. Qualora il totale dei contributi richiesti risulti superiore alle risorse disponibili, si procede al riparto proporzionale tra tutti i soggetti aventi diritto.

L’elenco dei soggetti cui è riconosciuto il contributo con l’importo a ciascun spettante è approvato con decreto del Capo del Dipartimento e pubblicato su sito del Dipartimento entro il 29 novembre 2020 (30 giorni dal termine della presentazione delle domande).

Il contributo è fiscalmente irrilevante

Il contributo non concorre alla formazione del reddito ai sensi del TUIR.

È prevista la revoca del riconoscimento e il recupero del contributo erogato qualora, a seguito di controlli, il Dipartimento per l’informazione e l’editoria accerti l’insussistenza di uno o più dei requisiti previsti ovvero nel caso in cui risultino false le dichiarazioni richieste.
I soggetti beneficiari del contributo erogato sono infatti tenuti a comunicare tempestivamente al Dipartimento la perdita l’eventuale perdita dei requisiti di ammissibilità al beneficio, nonché ogni variazione che incida sulla concessione dello stesso.

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner acconsenti al loro impiego in conformita' alla Cookies policy